Ultima settimana d’agosto: bilancio estivo. E una novità!

Eccomi qua, siamo giunti all’ultima settimana del mese di agosto!

Tre mesi estivi intensi, tra lavoro, mini vacanze e tanti sogni.

Oggi vorrei parlarvi di un progetto che ho iniziato proprio nel mese di giugno.

In realtà faccio un po’ fatica ad aprirmi e raccontare questa cosa.

Vorrei proteggerla ancora un po’.

Vorrei che fosse tutto perfetto.

Vorrei, tante cose.

Vi svelo questo piccolo segreto: a giugno ho iniziato a scrivere il mio primo libro.

Emozionata? Tanto.

Sin da piccola sogno di scrivere un libro. Ma volevo trovare il momento giusto e l’argomento giusto.

Non un libro “tanto per pubblicare un libro”. Non un libro “perchè tutti scrivono quindi lo voglio fare anche io”.

Un libro sentito in cui ritrovo una parte di me stessa.

Non era scontato che riuscissi a mettere insieme i miei pensieri, una storia potenzialmente realistica e una quotidianità alla quale siamo troppo abituati per analizzarla in profondità.

Se sono soddisfatta? Abbastanza.

Sto ultimando la prima revisione del manoscritto. A volte cambierei tutto, altre volte il mio sguardo si perde nei sentimenti e nelle parole che ho utilizzato.

Chi vive scrivendo probabilmente può capirmi.

Non è scontato essere soddisfatti del lavoro che si è fatto. 

Almeno, per me non lo è.

Posso solo dire che ci sto mettendo tutta me stessa. 

La mia estate è stata dedicata quasi esclusivamente a lui: al mio manoscritto.

Ho lavorato nei ritagli di tempo, ho scritto in vacanza, ho scritto la mattina presto oppure prima di addormentarmi.

Ho cercato una scrittura sincera, senza giri di parole. Ho provato a non dare giudizi sulla protagonista, anche se sarebbe stato facile il contrario.

Ho provato a capirla, a comprenderla, ad abbracciarla idealmente.

Eh niente, non vedo l’ora di fare tante cose e di raccontarle a tutti voi!

*

Credete sempre nei vostri sogni! Credeteci!